Flatlandia – Racconto fantastico a più dimensioni, Edwin A. Abbott

Titolo: Flatlandia – Racconto fantastico a più dimensioni
Titolo originale: Flatland – A romance of many dimensions
Autore: Edwin A. Abbott
Data di pubblicazione: 1882
Edizione: Gli Adelphi
Numero pagine: 166
Costo: 8€
-> Consigliato: Sì, sì, e sì 

 

Questo libricino è talmente matto e bello che dovete andare a comprarlo, e siccome so che le mie maniere dispotiche, e poco convincenti (purtroppo non ho le doti dei venditori di cose inutili che riescono a farti comprare di tutti convincendoti che siano utili)forse non vi indurranno all’acquisto, armatevi di convincitudine vostra, e andate a comprarvelo, o a rubarlo, o a prenderlo in prestito dalla biblioteca.
Perché? Leggete quanto segue 

Se come me siete sempre stati delle perfette schiappe in matematica e geometria questo è il libro che vi illuminerà di sapienza, una volta finito di leggerlo vorrete andare dai vostri vecchi professori/maestri, sbattere loro Flatlandia in testa e urlare MA CHE ACCIDENTI TI COSTAVA SPIEGARMELO COSì SEMPLICE?? . Purtroppo però temo si tratti di un provvedimento anticostituzionale, dunque, anziché prendervela con vecchi pedagoghi incapaci, potrete gentilmente ringraziare Abbott che nel 1882 ha scritto questo libro non so con quali intenti (devo ancora leggere saggi/articoli/, ma era troppo forte la voglia di parlarvene), ma di sicuro aveva capito che nel 1991 sarebbe nata una asina matematica come me, quindi ha voluto far parlare figure geometriche.

Se al contrario siete divini, comprendete la matematica e la geometria, avete l’occulto dono del far di conto e del comprendere combinazioni di lati, angoli, e quant’altro, tranquilli, a Flatlandia ce n’è anche per voi.
Per quanto siate saccenti, dubito infatti che in uno dei vostri compiti perfetti delle superiori o esami da 30/30 con lode dell’Università, le figure geometriche abbiano mai preso a muoversi o a parlare.

Ma non è tutto qui. Se pensavate che Geometria e Politica e Filosofia potessero difficilmente incastrarsi tra loro, vi sbagliavate. Perché nella Geometria di Flatlandia la Politica sessista e razzista discrimina le Donne, gli Isosceli, gli Irregolari e assurge a razza perfetta i Circoli. Quando poi qualcuno vede o sente, anche per sua non colpa, qualcosa che non andava visto o sentito, viene fatto sparire. Che cosa assurda, si potrebbe pensare. E invece no. Succede anche da noi. Quindi tranquilli, a Flatlandia ci ritroverete molto.

Non incazzatevi troppo con Abbott se ce l’aveva con le donne.
Insomma, Dante ha reagito bene. Ma a volte gli approcci sessuali non vanno a finire in Commedie, sopratutto non in Divine.

La mia cartolina da Flatlandia smette qui di essere priva di raziocinio, scusate, ma sono ancora troppo esaltata.
Se decidete di farci un salto, tuttavia, chiedetemi l’indirizzo, perché colleziono cartoline, e da Flatlandia le ricevo ben volentieri.

 

Luana

Annunci

Informazioni su unbuonlibrounottimoamico

Un amore così grande per la lettura che farei qualunque cosa pur di fare in modo che viva. Vedi tutti gli articoli di unbuonlibrounottimoamico

One response to “Flatlandia – Racconto fantastico a più dimensioni, Edwin A. Abbott

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: