Venuto al mondo, Margaret Mazzantini

Titolo: Venuto al mondo
Autrice:
Margaret Mazzantini
Anno di pubblicazione:
2008 e vincitore del premio Campiello 2009
Edizione:
Mondadori – Grandi Best Sellers
Numero pagine:
529
Costo:
14€
-> Consigliato: SI’

Venuto al mondo

 
Una Sarajevo distrutta, frantumata,violentata ci fa da sfondo.
Un popolo disorientato, armato e ubriaco si nasconde tra le colline, mira ai conigli.
Conigli che passano radenti al muro, abbassano la testa e sperano che in quel momento il cecchino che li sta puntando con il kalashnikov sia stanco, abbia voltato lo sguardo da un’altra parte, o semplicemente abbia provato pietà per lui.
A volte quel cecchino ha pietà sul serio, non spara, ma a volte, la maggior parte, lo fa.

Di questi conigli noi abbiamo l’onore di conoscerne la vita di alcuni, dei più fortunati? No di certo. Non sono le persone fortunate che fanno la storia, sono quelle che non possono permettersi il lusso di avere paura, perché non c’è più niente per cui averne, non c’è più una casa, non c’è più una famiglia, non c’è più un acquario di pesci a cui dar da mangiare. Non c’è più niente.
Sono queste le persone che attraversano la strada a braccia aperte incontro alla morte“Mira qui, in mezzo al cuore cecchino, sparami ti prego, fammi ripulire gli occhi da questo orrore, ”.
E magari quel cecchino, in quel giorno, in quel momento, in quell’istante lo guarda, prende la mira, ma non spara. Basta per quel giorno si è stufato di sparare ai conigli, è meglio fumarsi una sigaretta.
E’cosi che si scrivono le storie di guerra: sono attimi di fortuna.
Per un attimo è Dio che si ricorda di noi.

Di queste storie noi conosceremo quelle di Diego, Gemma, Gojko e Aska, ma anche Sebina, Ana, Jovan e Velida, ma sopratutto conosceremo il popolo serbo e bosniaco, conosceremo un po’ di questa guerra assurda, che ha distrutto Sarajevo e che ha ucciso 12.000 persone tra il 1992 e il 1996.
Di questo luogo di dolore vedremo la fame, la cattiveria, l’odio e l’egoismo che soltanto una guerra possono provocare; ma anche la gioia, la felicità e l’amore per la vita che vince su tutto: Pietro ne è la dimostrazione. E’ un figlio della guerra, ma lui non lo sa ancora, sa solo che il padre Diego è morto a Sarajevo, ed è lì che torna con la madre, Gemma, dopo 16 anni.
E’ lì che ha inizio il loro viaggio di scoperta: delle origini, della verità, di sè stessi e degli altri, una conoscenza che non ha mai fine perché la verità non è mai una sola.

E’ un viaggio che cambierà entrambi, perché nè il cuore nè il sangue dimenticano, e neanche Gemma può dimenticare che è lì che ha perso Diego, quel ragazzo magro che l’aspettava alla stazione dei treni con la sediolina verde di quando era bambino, per regalargliela, perché era l’unica cosa resistente della sua infanzia che non si era rotta.
Non è mai stato suo Diego e Sarajevo sarà la sua sposa con il velo rosso sangue.

E’ una grande Mazzantini questa di ‘Venuto al mondo’, la migliore forse.
Un romanzo feroce che ti assale e ti morde alla gola, ti lascia senza fiato fino alla fine: è la storia di amori deliranti,brucianti e imperfetti come solo i grandi amori possono esserlo; ma è anche la storia di una maternità negata, cercata e ripagata.
Una grande storia a più livelli, di forte impatto etico che attraverso lo stravolgimento delle leggi della scienza, della biologia, ci vuole dire che la vita vince sempre, anche quando tu sei morta dentro e fuori impazzano le bombe, è così che Pietro è venuto al mondo .

-Tu ancora ami il mio cuore?
-Sempre. Sempre te per sempre.
-Non pensi che sono cambiata, che sono peggiore?
– Penso che profumi di un odore che mi piacerà sempre.

Michela Bocchicchio  

Annunci

Informazioni su unbuonlibrounottimoamico

Un amore così grande per la lettura che farei qualunque cosa pur di fare in modo che viva. Vedi tutti gli articoli di unbuonlibrounottimoamico

One response to “Venuto al mondo, Margaret Mazzantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: