Un anno di letture ed un nuovo anno insieme

Cari lettori e care lettrici, siamo ormai giunti alla fine del secondo anno insieme, la nostra famiglia nata nel Giugno 2010 quest’anno non ha fatto che allargarsi ed arricchirsi per giungere così insieme – almeno spero – all’anno prossimo, a questo così apparentemente infausto anno 2012. In questi dodici mesi ho letto 52 libri, che potrebbero essere tanti rispetto ai parametri di alcuni, pochi rispetto ai parametri di altri; al mio parametro questo numero appare semplicemente soddisfacente in quanto ho aumentato di dieci letture rispetto all’anno scorso, e di quattordici rispetto all’anno scorso ancora. Ma non sono i numeri che contano, è la qualità.
Quest’anno ho letto dei veri e propri capolavori. Sono entrata nel 2011 leggendo Vita di Galileo  di Bertol Brecht e ho dedicato quasi tutto Gennaio al mio primo esame universitario e alla lettura di Cecità di José Saramago che non posso far altro che consigliare a tutti coloro che volessero vederci un po’ più chiaro. Ho letto ed amato Una donna di Sibilla Aleramo, trovando così una delle donne che più mi hanno ispirata e invitata a riflettere in venti anni di letture, lezioni ed incontri. Ho riso come una matta – ma mi sono anche commossa – a leggere Il Vangelo secondo Biff di Christopher Moore e ho avuto una conferma di quanto poco vado d’accordo con il fantasy leggendo annoiata a morte La storia infinita di Michael Ende.
Mi sono innamorata di Calvino ancora una volta con il suo meraviglioso Se una notte d’inverno un viaggiatore.
Ho scoperto due contemporanei dalla penna strabiliante leggendo Un cuore così bianco (Marìas) e La guerra della fine del mondo   (Vargas Llosa). Ho scoperto una passione per i gialli leggendo i due capostipiti del genere, Arthur Conan Doyle e Agatha Christie. Ho letto delle romantiche storie che mi hanno trasmesso tanta dolcezza e fatto compagnia come La vita segreta delle api, Pomodori verdi fritti al caffé di Whistle Stop, Chocolat rispettivamente di Sue Kidd, Fannie Flagg e Johanne Harris, tre meravigliose donne alle quali aggiungo Jeanette Winterson che mi ha inferto grandiose ferite con il suo enigmatico Scritto sul corpo.
Ho scoperto che tra i classici quelli che per ora preferisco sono gli eleganti francesi grazie a Balzac e il suo Papà Goriot e grazie a Dumas e il suo I tre moschettieri. Sono stata grandemente delusa da Trecy Chevalier  e da Banana Yoshimoto.
Ho letto quel capolavoro contemporaneo che è Vedi alla voce: amore  di David Grossman e amato il Nabokov di Lolita.
Inoltre ho completato la trilogia del mio amato e insostituibile Frank McCourt con grande dolore e ho scoperto alcuni dei miei scrittori preferiti quali Francis Scott Fitzgerald, Ernest Hemingway e John Fante. 
Insomma, un anno che dal punto di vista delle letture mi ha regalato tante emozioni, alcune delusioni e la voglia sempre nuova e rinnovata di leggere più bei libri possibile, di imparare e di scoprire sempre nuovi mondi.

Un anno trascorso anche con voi con tutti i nostri Club del libro, con le discussioni e i confronti all’ordine del giorno, sempre nuovi arrivi e nuovi affetti all’interno di un micromondo web che sfida le leggi del virtuale per restituirsi quanto più di caloroso ed umano possa essere in nome di quella meravigliosa arte che è la lettura. Abbiamo condiviso foto, ansie per l’Università, trasferimenti sul posto di lavoro, nuovi amori e senza accorgercene ci siamo dati di giorno in giorno un appuntamento tra le pagine di un libro ed un confronto sempre più confidenziale, un confronto che trova sempre piena risposta, nuove idee.

In nome di tutto questo vi auguro di trascorrere un bell’ultimo dell’anno; che a mezzanotte possiate baciare la persona che amate, quella che vi piace da sempre, che possiate abbracciare un amico con il quale non parlavate da tempo e che vi mancava, che possiate giocare a tombola con i parenti più affezionati o leggere un buon libro se siete particolarmente solitari, che possiate ballare in pista con dei tacchi improponibili o possiate brindare al discorso di inaugurazione dell’anno del vostro nonno di stampo aristocratico; che possiate congelarvi nelle strade se siete dei viaggiatori o crogiolarvi al caldo di un camino con un gatto o un cane da accarezzare; che possiate fare volontariato e fare nuovi progetti. Questo e tutto ciò che volete a voi che siete i miei compagni di viaggio in questo mondo che si chiama Un buon libro, un ottimo amico e in cui abbiamo finito per essere amici tra di noi oltre che avere degli ottimi amici libri riguardo i quali ci scambiamo consigli ed impressioni.

Auguri per un buon nuovo anno, con affetto

Luana
 

Annunci

Informazioni su unbuonlibrounottimoamico2011

Un amore così grande per la lettura che farei qualunque cosa pur di fare in modo che viva. Vedi tutti gli articoli di unbuonlibrounottimoamico2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: