Il trono di spade | George R. R. Martin

Titolo: Il trono di spade
Autore: George R.R Martin
Cenni sull’autore: George R.R. Martin (1948) è stato sceneggiatore per il cinema e la televisione. Ha pubblicato racconti e romanzi di fantascienza, tra cui Fevre Dreams e The Armageddon Rag, vincendo, tra gli altri, i premi Hugo, Nebula, Bram Stoker e Locus. Mondadori ha pubblicato tutti i libri della saga “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, oltre alle raccolte di racconti Le Torri di cenere(2007) e I Re di sabbia (2008). Nel 2011 è uscita in un unico volume la raccolta dei primi quattro titoli delle “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”. L’autore vive a Santa Fe, in New Mexico, con la moglie e i loro gatti.
Titolo originale:  A Game of Thrones
Traduzione: Sergio Altieri
Anno di pubblicazione: 1999
Pagine: 419
Edizione: Oscar Mondadori
Costo: 8,50 €
-> Consigliato: Assolutamente sì!

“L’inverno sta arrivando”. Ecco il motto, la frase più ripetuta a Grande Inverno, uno dei tanti luoghi che fanno parte dei Sette Regni. E’ la frase più ripetuta da Eddard Stark, capo della casata degli Stark nonchè protettore di Grande Inverno, ai suoi figli. Ecco, è proprio da loro, dagli Stark, che parte la famosa saga di Martin, “Le cronache del ghiaccio e del fuoco”.
Una saga lunghissima,ancora in corso d’opera che ha rapito migliaia di lettori di tutto il mondo e che riesce, ancora oggi, a rapirne tanti altri, come me in questo periodo.
Riassumere la storia della prima parte di “A Game of Thrones”, ovvero “Il trono di spade” (eh sì, qui in Italia, hanno diviso i volumi in due o tre parti. Solo recentemente, a seguito probabilmente del successo della serie televisiva della HBO, ho visto in libreria un volume che accorpa nuovamente insieme le due parti de “Il gioco del trono”), sarebbe veramente difficile, soprattutto perché ricordarsi tutti i personaggi presenti sarebbe veramente al di sopra di ogni possibilità umana (o quasi!). In breve però, la questione è questa. Sul trono dei Sette Regni, conquistato anni prima, togliendolo a sua volta al legittimo ma folle re precedente, siede re Robert Baratheon.  Un uomo che ha conosciuto il dolore molto presto, perdendo quello che era il suo amore giovanile, un amore che lo avrebbe legato alla casata degli Stark, uomini di ghiaccio appartenenti a Grande Inverno, e al suo grande amico e sostenitore Eddard Stark. Varie minacce però tormentano il re, e molti sono gli intrighi che gravitano attorno alla corte.
E da qui, prende avvio la storia. C’è da sottolineare come, in realtà, la trama presente sul retro di copertina del romanzo sia ben diversa dal contenuto dello stesso. Nella trama, infatti, si trovano riferimenti all’imminente catastrofe che si abbatterà sui Sette Regni, ovvero l’invasione degli Estranei, creature particolari e inquietanti che, si dice, siano scomparse migliaia di anni prima. Detto ciò, un qualsiasi lettore si aspetterebbe di vedere  arrivare un Estraneo da un momento all’altro, durante la lettura. E invece no, non compare nessun Estraneo per tutta la durata del racconto. Il che mi fa sorgere la seguente domanda: “Ma allora, che lo hanno scritto a fare?!”.
A parte questo, la trama è molto molto avvincente. Martin riesce a coinvolgere il lettore a pieno, creando un universo completamente diverso dal nostro, eppur così ben caratterizzato sotto ogni tipo di aspetto, a cominciare dai luoghi geografici (con la relativa mappa dei regni, molto utile), per passare alla descrizione delle casate regnanti, con i relativi appartenenti, stemmi, rituali, e motti.
Quello che Martin crea è un mondo talmente perfetto, talmente ben fatto, che spesso mi sono ritrovata a pensare che a Grande Inverno mi sarei trovata come a casa.
I personaggi sono veramente tantissimi; questo è l’unico neo che riesco a trovare alla storia. Ovviamente, essendo al primissimo capitolo della saga, non posso esprimermi di più riguardo a ciò che non ho apprezzato. Per ora riesco a pensare solo al fattore personaggi, che può inizialmente creare dei seri  problemi. Leggendo però, ci si abitua e, pensate un po’, alla fine quasi ci si ricorda di tutti quanti!
Quindi questo è quanto. Dopo tantissimo tempo ecco spuntare una saga capace di coinvolgermi nuovamente, e completamente. Tutti dovrebbero leggere Martin, prima o poi. Proprio tutti perché, nonostante non sia un’amante del genere definito “fantasy”, l’ho amato e, penso, continuerò a farlo.

Chiara Coppola

Annunci

Informazioni su unbuonlibrounottimoamico

Un amore così grande per la lettura che farei qualunque cosa pur di fare in modo che viva. Vedi tutti gli articoli di unbuonlibrounottimoamico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: