Caino | José Saramago

Titolo: Caino
Titolo originale: Caim
Autore: Josè Saramago
Cenni sull’autore:  José de Sousa, padre di Saramago, era un agricoltore, che si trasferì con la famiglia a Lisbona nel 1924, dove trovò lavoro come poliziotto. Costretto ad interrompere gli studi secondari fece varie esperienze di lavoro prima di approdare al giornalismo che ha esercitato con successo su vari quotidiani. Dopo il romanzo giovanile Terra e due libri di poesia caratterizzati da una forte sensibilità ritmico-lessicale, si è rivelato acquistando fama internazionale con un’originale produzione narrativa in cui rielaborazione storica e immaginazione mistica e allegorica, realtà e finzione si mescolano in un linguaggio tendenzialmente poetico e vicino ai modi della narrazione orale. Riconosciuto come uno degli autori più significativi del Novecento, la sua produzione spazia dalla poesia al romanzo, dal teatro La seconda volta di Francesco d’Assisi e Nomine Dei ai racconti storici.
Intellettuale raffinato ed impegnato, ha spesso fatto discutere per i suoi racconti dissacranti che colpiscono al cuore i mali della nostra società. Nel 1998 l’Accademia di Svezia gli ha conferito il Premio Nobel per la Letteratura premiando le sue qualità di scrittore ma anche l’uomo delle battaglie civili.  Fissa in una frase il perché del proprio scrivere: “Le parole sono l’unica cosa immortale: quando uno è morto, ai posteri rimangono solo loro”.
Edizione: I Narratori, Feltrinelli
Numero pagine: 142
Costo: 15,00
-> Consigliato: Consigliatissimo.

‘Dio non potrebbe essere mai cattivo oppure non sarebbe dio, di cattivo abbiamo il diavolo, Ma neanche può essere buono un dio che dà ordine a un padre di uccidere e bruciare sul rogo il proprio figlio solo per mettere alla prova la sua fede, questo non ordinerebbe di farlo nemmeno il più cattivo dei demoni.’

Un Saramago sorprendentemente ironico, cinicamente scettico ci delinea la storia di Caino, lo stesso personaggio che si può facilmente trovare in uno dei maggior best seller del mondo, ovvero la Bibbia e il suo Antico testamento. Attraverso le innumerevoli avventure del personaggio appena citato, l’autore ci dà un quadro abbastanza trasparente della sua visione religiosa. Non a caso, l’arguto scrittore, sceglie come protagonista di quest’opera proprio Caino, uno dei personaggi più malvagi dell’intera storia biblica. Lo fa, contrariamente a ciò che ci si può aspettare leggendo il titolo del libro e aprendo lo stesso, in una maniera del tutto originale: il protagonista non è la personificazione del male come si può pensare, ma è una persona, un essere umano come tutti gli altri, non migliore né peggiore.

Attorno alla storia da cui nacque ‘tutto’, ovvero quella di Adamo ed Eva e il peccato dovuto alla tremenda bellezza del frutto proibito ma anche e soprattutto all’ingordigia e all’irrefrenabile curiosità dovuta a ciò che non è permesso tipica dell’uomo, abbiamo le avventure in cui Caino si alterna per tutta la durata del libro come protagonista o come semplice spettatore o in alcuni casi, ‘visitatore’.

Attraverso i resoconti delle varie storie ‘religiose’ riportate all’interno dell’opera di Saramago viene delineata la figura di un Dio che, a dispetto di ciò che ci si aspetta, non perdona, un Dio infantile e vendicativo, un vero e proprio Diavolo divino. In questo penso stia il succo di tutto il racconto: il ribaltamento della tipica figura malvagia (Caino) guidata da quella forza oscura che viene solitamente definita come ‘diavolo’ e che soprendentemente viene tradotta e ricostituita in una figura buona e soggetta al potere di un Dio senza ragione, un Dio crudele nei confronti di ciò che lui stesso è riuscito a creare.

E’ un genio, quello di Saramago, che prima di questo libro non avevo mai avuto la fortuna d’incontrare, che mi ha lasciata stregata durante tutta la durata del racconto, ma anche divertita. Sono centoquarantadue pagine di puro divertimento, ma allo stesso tempo di puro ragionamento forzato. Un Saramago che, se non fosse per la sua quasi totale mancanza di punteggiatura (a parte il punto e la virgola) riceverebbe, a mio modestissimo parere, quei due punti che gli hanno impedito di arrivare ad un pieno dieci su dieci.

‘La storia degli uomini è la storia dei loro fraintendimenti con dio, né lui capisce noi, né noi capiamo lui.’

Voto: 8/10

Alessandra Mugnai

Riguardo Saramago potete leggere anche la recensione di:
-> Cecità 

Annunci

Informazioni su unbuonlibrounottimoamico2011

Un amore così grande per la lettura che farei qualunque cosa pur di fare in modo che viva. Vedi tutti gli articoli di unbuonlibrounottimoamico2011

One response to “Caino | José Saramago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: